Home » Moonton vince la causa contro Tencent per diffamazione commerciale

Moonton vince la causa contro Tencent per diffamazione commerciale

Moonton esce vincitrice con 28 mila dollari

di Lorenzo Ardeni
Moonton Tencent

2 min. di lettura

Moonton Games, sviluppatore di Mobile Legends: Bang Bang, ha vinto una causa legale per diffamazione commerciale contro Tencent in Cina lo scorso 6 ottobre.

Secondo alcuni documenti legali, la Shangai Intellectual Property Court ha votato a favore di Moonton Games durante la causa. Di conseguenza, Tencent dovrà compensare le spese e le perdite economiche per un totale di 220 mila yuan (circa 29,8 mila euro).

All’interno dei documenti, che sono stati visionati e tradotti da Esports Insider, Tencent, tramite i suoi legali indonesiani, ha precedentemente inviato lettere di avvertimento ai partner di Moonton in Indonesia. Questo includeva in particolare la piattaforma di esport RevivalTV nel settembre 2018. La lettera si riferiva alla causa di 19,4 milioni di yuan (circa 2.63 milioni di euro) di Tencent contro il CEO di Moonton Xu Zhenhua in Cina, secondo cui il CEO ha violato i segreti commerciali per sviluppare MLBB.

Tuttavia, come viene evidenziato dal documento del tribunale, la controversia era un caso di lavoro che coinvolgeva il contratto di Xu Zhenhua con Tencent, che includeva una clausola di non concorrenza durante il suo mandato. All’epoca, il CEO di Moonton era un dipendente di Tencent quando ha fondato l’azienda nel 2014.

Nonostante la causa di successo di Tencent contro Zhenhua, non è stata presa alcuna decisione in merito alla possibilità che abbia effettivamente violato segreti aziendali. Di conseguenza, Moonton ha poi avviato una causa per diffamazione commerciale riguardante le lettere di avvertimento inviate in Indonesia.

Al momento, Moonton è coinvolta in una diversa battaglia legale con Tencent negli Stati Uniti: a maggio 2022, quest’ultima ha avviato una causa contro lo sviluppatore di Mobile Legends: Bang Bang per infrazione di copyright. Nello specifico, Tencent sosteneva che Moonton avesse copiato varie componenti di League of Legends e Wild Rift per usarle nel suo gioco mobile, come l’immagine del titolo o alcuni personaggi giocabili.

Secondo quanto riportato dai documenti, Tencent deve anche rilasciare una dichiarazione pubblica in cui si scusa formalmente con Moonton in seguito al caso di diffamazione. Al momento, tuttavia, non c’è ancora conferma se ciò è avvenuto. Per questo motivo, vi consigliamo di restare sintonizzati sulle pagine di Esports Industry per non perdere alcun aggiornamento sul caso.