Home » Metodi di pagamento negli esport: trend e criticità

Metodi di pagamento negli esport: trend e criticità

Attendisti vs entusiasti del Blockchain

di Davide E. Nappi
5 min leggi
Metodi di pagamento

4 min. di lettura

Gli esports sono un’industria nascente che si basa su una tecnologia di prim’ordine, ma le società utilizzano ancora metodi di pagamento tradizionali, sia in uscita che in entrata. È quanto emerge dalla ricerca di Esport Insider. Quasi tutte le società di esports accettano e utilizzano per i pagamenti una combinazione di fatture, bonifici bancari diretti, portafogli digitali come PayPal e carte di credito e di debito.

Tuttavia, i team sperimentano generalmente di più con nuovi metodi di pagamento rispetto agli organizzatori di eventi.
Accettano in media 1,2 metodi di pagamento in più e pagano con 0,5 metodi in più. Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che i team elaborano meno tipi e quantità di transazioni. Inoltre, è improbabile che questo divario si riduca presto. Il 57% dei team indica di essere più interessato ad accettare ulteriori metodi di pagamento, contro il 38% degli organizzatori di eventi.

BLOCKCHAIN, ENTUSIAMO E SOSPETTO

Esiste una sovrapposizione significativa tra gli appassionati di blockchain e gli appassionati di esports. Entrambi i settori si rivolgono principalmente a consumatori giovani ed esperti di tecnologia. La maggior parte delle società di esports sta considerando di integrare questa tecnologia nella propria strategia di monetizzazione. Molte, infatti, stanno utilizzando o prendendo in considerazione l’accettazione di criptovalute per i pagamenti, la vendita di oggetti da collezione NFT e il conio di token per i fan. Il 38% delle società di esports è abbastanza entusiasta da affermare che preferirebbe essere pagato in criptovaluta piuttosto che in valuta fiat. Il 70% delle società di esports ha utilizzato o sta considerando di utilizzare la tecnologia blockchain nella propria strategia di guadagno.

Nonostante l’entusiasmo che coinvolge un po’ tutti gli attori del settore, per la verità molte società di esports stanno adottando un approccio attendista. Dopotutto, i risultati degli early movers sono stati piuttosto contrastanti, soprattutto ora che il mercato delle criptovalute si è indebolito in modo significativo. La volatilità del valore è il motivo principale per cui le società di esports scettiche nei confronti delle criptovalute tendono a temporeggiare . In particolare, c’è un divario significativo tra squadre e organizzatori di eventi sulla questione. L’81% delle squadre utilizza o è disposto a utilizzare la tecnologia blockchain, rispetto a solo il 50% degli organizzatori di eventi.

PUNTI DOLENTI DEL PAGAMENTO

Essendo un settore online globalizzato, la maggior parte delle società di esports deve fare affari oltre il proprio confine nazionale. Ciò significa accettare ed effettuare pagamenti a e da fornitori internazionali, consumatori, dipendenti e giocatori. Il 56% delle aziende intervistate ha dichiarato che almeno il 20% delle proprie transazioni commerciali è internazionale.

Tuttavia, il 61% delle società di esports ammette che questi tipi di pagamenti internazionali non sono facili da gestire. Devono infatti trovare un equilibrio tra sicurezza e convenienza: poche misure di sicurezza potrebbero comportare transazioni fraudolente e chargeback, misure troppo stringenti si tradurrebbero in frustrazione dei clienti e mancate vendite. Il 59% delle società di esports ha dichiarato che per loro non è facile trovare questo equilibrio.

In generale, le società vogliono un fornitore di pagamenti a basso impatto. Più tempo dedicano ai pagamenti, meno ne hanno per concentrarsi sul loro core business. Vogliono che sia facile da usare, che massimizzi il valore di ogni transazione e che offra un servizio affidabile.
Dato che oltre un terzo delle società di esports non è soddisfatto del proprio fornitore attuale, molte prenderebbero in considerazione la possibilità di passare a un nuovo fornitore che possa soddisfare meglio le loro esigenze. Se una società di esports avesse intenzione di cambiare, vorrebbe che il nuovo fornitore migliorasse il valore delle transazioni, rendesse il passaggio più semplice e fosse più flessibile alle sue esigenze specifiche. Alla domanda “Quali fattori vi indurrebbero a considerare il passaggio a un nuovo fornitore di pagamenti?” , nella top 5 delle risposte più frequenti troviamo, in ordine:
1. Che massimizzi il valore delle transazioni,
2. Facile da cambiare o da configurare,
3. Più facile da usare,
4. Che accetti più metodi di pagamento,
5. Che possa elaborare i pagamenti più velocemente.

COME I PAGAMENTI AIUTANO AD ACCELERARE LA CRESCITA

Il panorama dei pagamenti è diventato più complesso con la crescente interconnessione dell’economia digitale. I pagamenti hanno il potenziale per massimizzare i ricavi e accelerare la crescita delle aziende digitali. Per ottimizzare i pagamenti, le aziende digitali non possono più affidarsi alle soluzioni che hanno facilitato la crescita dell’e-commerce fino ad oggi. Per raggiungere il loro pieno potenziale, serve una tecnologia agile, completamente personalizzabile.
Alcune delle soluzioni che le società di esports potrebbero cercare, secondo la ricerca di Esport Insider(inserire link) sono:
• Una suite di soluzioni di pagamento à la carte che si integrino in qualsiasi tecnologia di pagamento esistente,
Smart payment per ridurre i costi e far risparmiare ai clienti (e alle aziende) le commissioni sulle transazioni,
• Accesso a metodi di pagamento locali e rilevanti per i clienti in ogni mercato attraverso un unico fornitore,
• Recupero delle transazioni rifiutate che induce i clienti a utilizzare metodi di pagamento alternativi,

TRANSAZIONI INTERNAZIONALI

È chiaro che le transazioni transfrontaliere siano un elemento critico delle operazioni commerciali nel settore degli esports. Tuttavia, dato che gli organismi internazionali che si occupano di esports e di regolamentazioni globali sono pochi, le società devono collaborare con partner di pagamento esperti in questo settore per avere accesso alle loro connessioni bancarie internazionali.
Alcuni dei modi in cui le società di pagamento possono supportare le transazioni transfrontaliere includono:
• Ampia conoscenza e competenza delle diverse regioni e giurisdizioni, soprattutto nei settori verticali con transazioni money-in/ money-out, come il gioco d’azzardo,
Gateway globali per gli acquirer di pagamento,
Forti relazioni con gli istituti bancari locali,
• Smart routing delle transazioni per aumentare i tassi di accettazione delle carte,
• Consentire ai consumatori di pagare nella loro valuta locale e con il metodo di pagamento locale preferito.

 

Potrebbe interessarti anche il nostro articolo d’approfondimento La monetizzazione dell’audience negli esports: la ricerca di Esport insider