Home » Milan Games Week & Cartoomics da record: oltre 105 mila biglietti venduti

Milan Games Week & Cartoomics da record: oltre 105 mila biglietti venduti

Esports protagonisti a Milano

di Davide E. Nappi
Milan Games Week

3 min. di lettura

La Milan Games Week & Cartoomics 2022, il grande consumer show organizzato da Fiera Milano in collaborazione con Fandango Club Creators, dedicato al mondo dei videogiochi, fumetti e pop culture si è appena conclusa.

Che l’evento quest’anno avesse sorpassato ogni aspettativa si poteva immaginare anche solo guardando le masse di persone accalcate presso tutti gli stand dei vari padiglioni, ma ora arriva la conferma dei dati: oltre 105 mila biglietti staccati. La partecipazione record, che risponde e conferma in verità un’hype per nulla nascosto, ha acceso gli entusiasmi di tutti, appassionati ed organizzatori. È per questo che non c’è alcun dubbio che lo show, che ormai sta diventando un appuntamento fisso, tornerà l’anno prossimo con le sue emozionanti novità nel weekend tra il 24 e il 26 novembre 2023.

Per la prima volta l’evento ha occupato ben 4 padiglioni del polo fieristico lombardo, 2 dei quali interamente dedicati ai videogame, agli Esports e a creators, streamer e influencer, protagonisti dell’evento.

L’anima competitiva del gaming è emersa subito anche in un’occasione fieristica come questa. La prima giornata è stata impregnata d’agonismo, a partire dalle finali dell’Italian Cup di Raoinbow Six siege, la prima coppa Italia dello sparatutto tattico di Ubisoft, aggiudicata dal Team Esport Mkers, italianissimo e con sede a Roma, supportato da centinaia di fan. I giorni seguenti hanno visto svolgersi anche le fasi finali della Vodafone Unstoppable Cup su Fortnite e la finale dell’Italian Rocket Championship, il campionato tutto italiano di Rocket League.

Hanno calcato i pavimenti fieristici anche grandi personalità del fumetto e del videogioco: dal grande Joel di The Last of Us, Troy Baker, a Humberto Ramos, uno dei più rinomati disegnatori di Spider-Man, continuando con l’indimenticabile Chuck Bass di Gossip Girl, Ed Westwick. Insieme a loro Andrea Pessino, Alessandro Borghi, Zerocalcare e Valerio Lundini. Tra gli influencer coinvolti Ckibe, Pardini, Maracroft, Himorta, HontasG, Vikings, Giorgia Vecchini, Moonryde, Velox, Dado e Marco Merrino. Se dovessimo sommare i follower complessivi di tutti i creators coinvolti nella manifestazione avremmo numeri da capogiro: oltre 50 milioni di fans.

Protagonisti dell’area Indie Dungeon, storica area dell’evento che ha festeggiato quest’anno il suo decimo anniversario, i 21 studi di sviluppo indipendenti con i loro 23 titoli esposti. Si tratta dello showcase di videogiochi made in Italy di riferimento per il settore, realizzata in collaborazione con IIDEA, l’Associazione di categoria dell’industria dei videogiochi in Italia, che ha dato la possibilità agli studenti di mettere in mostra le loro creazioni per farsi notare da migliaia di appassionati e addetti ai lavori

Infine, non si possono non citare le due mostre dedicate ad altrettante icone dell’universo comics globale: Diabolik e Spider-Man. Milan Games Week & Cartoomics, in collaborazione con Astorina, in occasione dei 60 anni del numero 1 Diabolik: Il re del terrore, che risale al novembre 1962, ha ripercorso nella mostra la mistica storia del Numero 1. Così anche quella che chiude i festeggiamenti per il 60esimo di Spider-Man, intitolata “1962-2022: Buon compleanno, Spidey!”, che è stata realizzata in collaborazione con WOW Spazio Fumetto Museo del Fumetto.

Resta aggiornato sulle altre novità in tema Esports, qui su Esports Industry. Potrebbe interessarti il nostro articolo su Brawl Stars: le finali mondiali 2022 sono l’evento esports più visto di sempre