Home » Virtuos.pro: Nikolai Petrossian è il nuovo CEO

Virtuos.pro: Nikolai Petrossian è il nuovo CEO

Karamanukyan lascia il posto a Petrossian, dopo pochi mesi di carica

di Lorenzo Ardeni
Virtuos.pro

2 min. di lettura

Virtuos.pro ha un nuovo CEO: si tratta di Nikolai Petrossian, precedentemente CEO della compagnia esport russa ESforce. Prenderà quindi il posto del precedente Aram Karamanukyan, che aveva ottenuto il ruolo di CEO di Virtuos.pro soltanto a dicembre 2022. Ulteriori spiegazioni vengono fornite all’interno del sito ufficiale di Virtuos.pro, che recita quanto segue:

“Abbiamo deciso di andare avanti con un CEO più esperto, quello che sarà in grado di farsi carico di tutte le piccole cose e le sfumature dello stabilimento aziendale di esport, comunicare quotidianamente con i manager di ogni disciplina ed essere efficace nella gestione delle operazioni. Nikolai è stata una scelta ovvia”

Per quanto riguarda, invece, Karamanukyan, Virtuos.pro ha fatto sapere che resterà uno degli investitori della compagnia. Di fatti, non aveva alcuna esperienza passata all’interno dell’industria dell’esport quando fu annunciato come CEO, e la scelta di effettuare un cambio di ruolo risulta più che comprensibile.

Ne aveva parlato proprio in un’intervista a Esports Insider durante il mese di settembre, in cui ammetteva di non avere l’esperienza necessaria nell’industria dell’esport, motivo per cui, probabilmente, non si riteneva la figura adatta a guidare la compagnia. Ha anche ribadito il suo stretto rapporto con il suo paese di provenienza, l’Armenia, discorso che è stato poi ripreso con l’annuncio di Petrossian:

“C’è un’altra ragione [per cui ho accettato il ruolo]: il potenziale di Virtus.pro per lo sviluppo degli esport in Armenia. Ho vissuto in Armenia per 31 anni, è qui che è iniziato il mio viaggio personale e professionale, quindi sono molto felice di tornare alle radici”

Petrossian, d’altro canto, ha anche avuto modo di lavorare come PR Director per Adidas CIS, così come ha esperienza nel settore delle scommesse in Russia. Ad essere particolarmente rilevante, tuttavia, è la sua esperienza passata come CEO del conglomerato d’intrattenimento russo ESforce Holding, che è anche la compagnia che possedeva Virtuos.pro prima dell’acquisto da parte di Karamanukyan.

Petrossian ha commentato la vicenda in un suo recente post, riferendo che accetta volentieri la guida di Virtuos.pro che gli è stata offerta. Continua affermando che:

“Ho studiato a fondo come funziona il club durante il suo periodo in ESforce, e sarò felice di usare questa conoscenza ora che sia il club che io abbiamo lasciato la tenuta”

Come sempre, vi consigliamo di restare connessi sulle pagine di Esports Industry per non perdere alcun aggiornamento o novità sull’industria dell’esport. Di recente, infatti, è stato fatto sapere che Coca-Cola tornerà ad essere uno dei principali partner degli Esport Awards.

Immagini di Virtuos.pro.