Home » Overwatch League: vari team avviano un’azione legale contro Activision Blizzard

Overwatch League: vari team avviano un’azione legale contro Activision Blizzard

I team di esport non credono più alle promesse di Activision Blizzard

di Lorenzo Ardeni
Overwatch League

2 min. di lettura

Secondo più fonti, più della metà dei team che partecipano alla Overwatch League hanno deciso di avviare un’azione legale contro Activision Blizzard, noto sviluppatore e publisher di videogiochi del Nord America.

A riportare il fatto è Jacob Wolf, che riferisce come le squadre in questione hanno assunto lo studio legale britannico Sheridans al fine di recuperare i costi dopo “promesse continuamente mancate sulle entrate”. A guidare la causa c’è la holding canadese di esport Overactive Media, attualmente proprietaria di Toronto Defiant di OWL, Toronto ULTRA di Call of Duty League e i MAD Lions.

Gli slot di franchising iniziali per l’Overwatch League costano fino a 20 milioni di dollari, almeno secondo vari resoconti dei media all’epoca. La cifra assurda, combinata con i costi operativi annuali che vedono alcune squadre operare in perdita, ha portato le varie organizzazioni a cercare ulteriore supporto dallo sviluppatore per garantire che l’investimento nella lega sia più sostenibile a livello fiscale.

Overwatch League

Credits: Activision Blizzard

Non è un caso che la Overwatch League abbia visto un calo delle entrate negli ultimi due anni, con un nuovo accordo sui diritti dei media che sembra non riuscire a re-materializzarsi dopo la scadenza dell’accordo di OWL con YouTube. Nel 2021, la già nota causa per molestie e discriminazione contro Activision Blizzard ha comportato anche un allontanamento di molti sponsor dal colosso del gaming, che ha quindi comportato una riduzione delle revenue.

Delle discussioni più concrete sono però cominciate dopo il periodo della pandemia di COVID-19, che ha visto un’importante riduzione del broadcast e una serie di complicazioni logistiche per i vari team di esport.

Come se non bastasse, acune organizzazioni di esport, incluse quelle che posseggono i franchise della Overwatch League, stanno affrontando problemi nella raccolta dei fondi per molti motivi, come l’attuale clima finanziario. Di conseguenza, le organizzazioni hanno iniziato a riconsiderare il costo operazionale e licenziare molti membri del team, come è successo negli ultimi mesi anche ad eUnited.