Home » Guild Esports: profitti in aumento nell’anno fiscale 2022

Guild Esports: profitti in aumento nell’anno fiscale 2022

Le nuove sponsorship guidano le entrate per l’organizzazione inglese

di Lorenzo Ardeni
Guild Esports

2 min. di lettura

Guild Esports PLC, organizzazione di esport britannica, ha rilasciato i risultati dell’anno fiscale conclusosi a settembre 2022. La compagnia ha così rivelato di aver registrato un un fatturato annuo che ammonta a 4.5 milioni di sterline (circa 5 milioni in euro), con un aumento del 134% rispetto ai 1.9 milioni (circa 2.1 milioni in euro) del 2021, ottenuti principalmente dalle numerose sponsorship avviate nel corso dell’anno.

Oltre queste informazioni, Guild Esports ha affermato che le entrate dalle sponsorship sono aumentate del 168% passando dai 1.2 milioni di sterline nel 2021 a 3.2 milioni (da circa 1.3 milioni di euro a 3.6 milioni). La società ha riportato una perdita al lordo delle imposte di 8.75 milioni di sterline (circa 9.9 milioni di euro), che non sono niente più di una leggera riduzione rispetto agli 8.82 milioni di sterline (9.98 milioni di euro) del 2021.

Di conseguenza, la compagnia spiega che le attività di cassa continuano a calare: al 25 gennaio la liquidità netta della società era di 1.6 milioni di sterline (circa 1.9 milioni di euro), mentre alla fine del suo anno fiscale 2022 la liquidità netta era di 2.73 milioni di sterline (3 milioni di euro) e alla fine dell’anno fiscale 2021 la liquidità netta era di 10.07 milioni di sterline (circa 11.4 milioni di euro).

Il peso delle collaborazioni per Guild Esports

Il 2022 è stato, invece, un anno molto interessante per la compagnia, dato che ha registrato ben 10.7 milioni di sterline (circa 1.2 milioni di euro) in accordi di sponsorship, con un totale di 14.6 milioni di sterline (circa 1.6 milioni di euro) in contratti firmati. Parliamo di collaborazioni molto importanti, come quella con Bitstamp, Samsung, Sky o The Coca-Cola Company.

Oltre questi interessanti dati, Guild fa sapere anche di aver rinegoziato il suo accordo da brand ambassador con la società di diritti d’immagine della star del calcio David Beckham, riducendo i suoi obblighi di pagamento minimo di 7.5 milioni di sterline (circa 8.4 milioni di euro) entro i prossimi due anni rimpiazzandoli con un 20% variabile della quota delle entrate.

Più in generale, Guild Esports si aspetta di poter ottimizzare le spese generali dell’azienda ora che è sotto la direzione di un nuovo CEO, Jasmine Skee, nominata proprio all’inizio del mese. Di fatti, negli ultimi dodici mesi dell’anno fiscale 2022 le spese sono aumentate da 1.02 milioni di sterline (circa 1.15 milioni di euro) a 10.91 milioni (circa 12.3 milioni di euro).

Ad essere particolarmente interessante, tuttavia, è l’affermazione dell’azienda secondo cui non ha intenzione di effettuare alcun taglio del personale. Si tratta di una presa di posizione molto importante, soprattutto perché sono sempre più le aziende nel settore degli esport – e non – che si trovano nella situazione di licenziare più dipendenti. Tra queste non possiamo non citare OpTic Gaming, The Washington Post ed eUnited.