Home » Spacestation Gaming abbandona lo scenario esport di Apex Legends

Spacestation Gaming abbandona lo scenario esport di Apex Legends

Spacestation Gaming lamenta la mancanza di supporto finanziario da parte di EA

di Redazione
Spacestation Gaming

2 min. di lettura

Spacestation Gaming ha annunciato questo lunedì di aver deciso di lasciare lo scenario esport di Apex Legends, il battle royale di Electronic Arts. Secondo quanto affermato da Shawn Pellerin, CEO e Co-Possessore di Spacestation Gaming, all’interno di un post sui profili social, l’organizzazione non parteciperà più nella Apex Legends Global Series per via della mancanza di un supporto finanziario da parte del publisher Electronic Arts.

“Ci mancherà Apex Legends e guardare la nostra squadra competere, è davvero uno degli esport più divertenti. Purtroppo, come è attualmente il mercato degli esport, senza una partnership equa per aiutare con la sostenibilità… è difficile giustificare di continuare a investire”.

The Esports Advocate ha provato a contattare direttamente Spacestation Gaming, chiedendo se possa esserci la possibilità futura che l’organizzazione torni nello scenario competitivo del titolo, qualora EA dovesse decidere di rivedere le sue politiche riguardanti la condivisione delle entrate. Shawn Pellerin si è limitato a rispondere con un semplice “si”.

Al momento, la ALGS (Apex Legends Global Series) non offre un programma di condivisione delle entrate per i team partecipanti. Invece di condividere il denaro generato dalla vendita di oggetti di gioco con i team, EA vende pacchetti di gioco che contribuiscono con un importo fisso al montepremi complessivo per la finale. 

In genere questi oggetti in-game sono disponibili solo per un tempo limitato, con 5 dollari di ogni vendita che vanno al montepremi complessivo, seppur limitati a un certo importo. Questo significa che, al di fuori della vittoria di parte dei montepremi durante i grandi eventi durante l’anno solare della lega e alle finali, le organizzazioni partecipanti sono lasciate da sole.

L’organizzazione di esport si era unita alla ALGS nel 2019. Ad oggi, sebbene abbia lasciato la competizione del titolo di EA, compete ancora su giochi come Rocket League, Rainbow Six Siege, Halo Infinite e Super Smash Bros. Ultimate. Questa settimana, Spacestation Gaming ha anche rilasciato tre dei suoi giocatori di Apex Legends: parliamo di Mark “Dropped” Thees, Joseph “Frexs” Sanchez e Angello “Xenial” Cadenas. Restate connessi su Esports Industry per non perdere alcun aggiornamento.