Home » Intelligenza artificiale: la piattaforma di coaching che migliora le prestazioni esport

Intelligenza artificiale: la piattaforma di coaching che migliora le prestazioni esport

AI Omnic Forge fa coaching Fortnite

di Valentina Fontana
Intelligenza artificiale

2 min. di lettura

Omnic Data, azienda creatrice della piattaforma di coaching AI Omnic Forge, ha pubblicato uno studio che evidenzia come l’intelligenza artificiale possa contribuire a migliorare le prestazioni in Fortnite.

L’uso dell’intelligenza artificiale all’interno dell’ecosistema degli esports è stato un argomento molto dibattuto negli ultimi anni, tra entusiasmo e scetticismo. Non sono state poche le occasioni in cui si è scelto di utilizzarla per migliorare le prestazioni di gioco e persino del broadcasting degli eventi. La direzione sembra chiara, gli utilizzi possibili troppi per essere ignorati. Sebbene infatti Forge sia attualmente compatibile con Valorant e Fortnite, Omnic ha già stretto una partnership con i San Francisco Shock, team che compete nella Overwatch League.

Riguardo allo studio, dall’analisi di un campione di 214 giocatori di Fortnite seguiti per un periodo di tre mesi, si evince che Omnic Forge ha contribuito a ridurre i danni subiti in media del 32% ed a migliorare l’efficienza di guarigione in-game del 104%. Il top 10% dei migliori utenti ha visto aumentare l’efficienza di guarigione del 176% e diminuire i danni subiti del 73%.

Come funziona

Forge utilizza clip di gioco, che i player possono caricare sulla piattaforma web-based, per analizzare le prestazioni attraverso modalità di tracciamento e monitoraggio basate su tecniche di visione computerizzata e apprendimento automatico. Filtrati attraverso gli algoritmi proprietari sviluppati da Omnic Data, i dati raccolti emettono in output raccomandazioni personalizzate sullo stile di gioco, consigli, strategie, analisi dei punti deboli e possibili relativi rimedi.

Chuck Goldman, cofondatore di Omnic Data, ha detto:

“In ogni partita, i giocatori ricevono migliaia di piccoli feedback, troppi per un essere umano. La nostra piattaforma aiuta a ridurre tutte le informazioni che i giocatori ricevono durante il gioco e a presentarle in modo chiaro, in modo che i giocatori possano facilmente identificare i loro punti deboli e i loro punti di forza e possano concentrarsi sulle aree da migliorare”.

Shaun Meredith, cofondatore e CEO di Omnic Data, ha parlato a Esports Insider dell’uso dell’IA nel coaching degli esports:

“L’IA Forge di Omnic ha costituito una svolta nel coaching e nell’allenamento degli esports, fornendo ai giocatori un feedback personalizzato 24 ore su 24, 7 giorni su 7, e intuizioni per migliorare il loro gioco. Viene effettuata un’analisi approfondita delle prestazioni in gioco, identificando le aree in cui è necessario migliorare, e Forge fornisce raccomandazioni mirate per aiutarli a migliorare. Essendo basato sull’intelligenza artificiale, quanto più grande è la comunità che lo utilizza tanto più mogliorerà. Questo approccio personalizzato aiuta i giocatori a sviluppare le loro abilità in modo più rapido ed efficiente, dando loro un vantaggio competitivo nel mondo in rapida evoluzione degli esports. L’intelligenza artificiale di Forge è inoltre in grado di analizzare i dati di migliaia di partite e giocatori per fornire approfondimenti che un coach umano non sarebbe in grado di fare da solo”.

Potrebbe interessarti anche il nostro articolo Oddin.gg si allea con GRID: investimento in Data Science