Home » FIFAe: al via un nuovo programma di inclusività

FIFAe: al via un nuovo programma di inclusività

FAMEHERGAME pensa alle giocatrici

di Davide E. Nappi
FIFAe

2 min. di lettura

FIFAe, la sezione esports dell’organo di governo del calcio mondiale FIFA, ha presentato una nuova iniziativa incentrata sull’inclusione femminile negli esports all’interno del proprio ecosistema.

Si chiamerà FAMEHERGAME l’iniziativa che mira a creare una serie di opportunità di crescita e inclusione per le giocatrici FIFA e a fornire loro uno spazio per competere.

Oltre a incoraggiare le associazioni affiliate alla FIFA a organizzare bootcamp per le donne che vogliono entrare a far parte della scena agonistica, la FIFAe ne ospiterà uno a metà del 2023, nel corso del quale le giocatrici riceveranno sessioni di allenamento e la possibilità di vincere un viaggio per la FIFA Women’s World Cup che si svolgerà quest’anno in Australia e Nuova Zelanda.

L’iniziativa s’inserisce nel programma FIFAe Good Game Promise che, lanciato nel 2022, mira a cambiare l’attuale panorama competitivo della FIFA, insistendo sui suoi valori fondamentali: giocatori sani, una comunità sana e un pianeta sano.

Secondo quanto si legge nel comunicato, La FIFAe ha costruito l’iniziativa sulla base di una ricerca condotta in occasione delle finali FIFAe 2022 e mira ad abbattere i confini e le difficoltà che le donne devono affrontare nella comunità FIFA.

Adrian Rölli, Head of eFootball della FIFA, ha detto dell’iniziativa: “FIFAe è una piattaforma in cui tutti possono partecipare, competere ai massimi livelli e far conoscere il proprio gioco sul palcoscenico più importante. Crediamo che aumentando le opportunità per le donne possiamo contribuire a costruire un ambiente di esports più diversificato e inclusivo insieme alla community”.

Potrebbe interessarti anche il nostro articolo FIFA Ultimate Team è gioco d’azzardo: Sony rischia grosso in Austria