Home » Russia e Cina insieme per supportare eventi esport internazionali

Russia e Cina insieme per supportare eventi esport internazionali

Formalizzata una dichiarazione che riguarda anche lo scenario esport russo

di Lorenzo Ardeni
Cina, Russia

2 min. di lettura

Secondo quanto riportato da The Esports Advocate, l’industria degli esport sarebbe stata recentemente citata in una dichiarazione riguardante il governo russo e quello cinese, firmata direttamente a Mosca dal Presidente russo Vladimir Putin e dal Presidente cinese Xi Jinping. La dichiarazione in questione rivela che i due paesi collaboreranno per creare eventi sportivi internazionali in Russia, includendo anche alcuni esport. La decisione è stata presa per via dell’esclusione della Russia dagli eventi sportivi attualmente in corso per via del conflitto armato in Ucraina. Possiamo leggere:

“La Cina sosterrà la Russia nell’ospitare l’evento internazionale di esport “Future Games” a Kazan, in Russia, nel 2024. Entrambe le parti si oppongono alla politicizzazione nello sport e sperano che possa promuovere la pace e l’unità”.

L’annuncio è senza dubbio un traguardo per lo scenario esport cinese, segnando anche la primissima volta che il Presidente Xi Jinping ha citato il termine “esport”, all’interno della dichiarazione con il Presidente russo Vladimir Putin. Riconferma anche come l’industria degli esport stia diventando sempre più consolidata – e soprattutto considerata – dalle istituzioni governative di tutto il mondo. Ricordiamo, infatti, che soltanto alcuni mesi fa la Francia ha presentato il suo programma nazionale per supportare lo scenario esport del suo paese.

In ogni caso, non è ancora ben chiaro quali saranno i titoli presenti nella line-up degli esport sul territorio russo soprattutto perché molti dei giochi più seguiti, tra cui League of Legends, Valorant o DOTA 2, sono principalmente titoli realizzati da sviluppatori o publisher con sede negli stati uniti. La vicinanza tra Riot Games e Tencent potrebbe facilitare la presenza dei suoi giochi nelle competizioni russe, ma non ci sono ancora conferme in merito. Chiaramente, l’attuale conflitto in Ucraina ha il concreto rischio di creare una serie di problematiche da parte delle community dei titoli.

Va però considerato che, nello specifico, DOTA 2 è un titolo il cui scenario esport è molto seguito in Russia. Nel 2021, l’organizzazione russa di esport Team Spirit ha vinto l’evento The International da 40 milioni di dollari di DOTA 2, portando a casa oltre 18,2 milioni di dollari in premi in denaro. Dopo l’evento, il presidente Putin ha inviato una lettera di congratulazioni al Team Spirit e a tutti i suoi giocatori.