Home » Astralis, bene i risultati finanziari

Astralis, bene i risultati finanziari

Più ricavi e meno perdite nel 2022

di Davide E. Nappi
Astralis, bene i risultati finanziari

2 min. di lettura

Astralis , organizzazione danese di esport, ha pubblicato i risultati finanziari del 2022 nella periodica relazione annuale. Le 52 pagine del documento includono una lettera agli azionisti, dei dettagli finanziari, una relazione del revisore contabile e una prospettiva futura del consiglio di amministrazione della società.

Molto bene per quanto riguarda le revenue della società, in aumento rispetto al 2021. Nell’anno appena trascorso infatti, la società ha incassato 88 milioni di corone danesi, corrispondenti a circa a 12 milioni di euro, contro i 77 milioni di corone dell’anno precedente, circa 10,6 milioni di euro. Anche le perdite sono diminuite e il Margine Operativo lordo (MOL) è in positivo.

Le disponibilità liquide complessive di Astralis alla fine dell’anno ammontavano a 9,9 milioni di corone danesi, 1,3 milioni di euro, in calo rispetto ai 3 milioni di euro del 2021.

L’aumento delle revenue è da attribuirsi a vari fattori. Innanzitutto sono aumentati i ricavi generati da PIXEL TV (2 milioni di corone danesi, pari a circa 260.000 euro) e da Astralis Nexus (4,5 milioni di corone danesi, pari a circa 600.000 euro). Sono in crescita anche i guadagni derivanti dalle competizioni, 4,9 milioni di euro nel 2022 rispetto ai 4 milioni del 2021, e i ricavi da sponsorizzazione (5,4 milioni di euro nel 2022 contro i 3,9 milioni del 2021.)

Pur avendo imboccato la strada finanziaria giusta, però, Astralis rimane una società non redditizia. I costi si sono ridotti da 4 milioni di euro nel 2021 a circa 1,3 milioni di euro del 2022 grazie ad una politica più stringente sui costi del personale. Ad esempio, le spese per il pro player si sono ridotte da circa 2,1 milioni di euro ad appena 20.000.

La società ha ribadito di aspettarsi un MOL positivo anche per il 2023, e nella relazione ha confessato di voler essere il più trasparente possibile con le proprie operazioni finanziarie.

Anders Hørsholt, CEO di Astralis, ha così commentato i risultati:

“Vediamo una continua crescita dei nostri flussi di ricavi e, nonostante gli investimenti nei giocatori e nelle performance dell’organizzazione, siamo riusciti a mantenere stabile il livello dei costi. Questo è ovviamente molto positivo ed è il risultato del grande lavoro di un’organizzazione dedicata e professionale.
Le sfide del mercato continuano, tuttavia, con un assetto e un team di Counter-Strike più forte, nuove iniziative digitali e una crescita continua della nostra branca retail, siamo in una buona posizione e ci aspettiamo di ripetere io MOL positivo del 2022 anche nel 2023.”