Home » FIFA 23, che gaffe: il rendering grafico della NWSL è imbarazzante

FIFA 23, che gaffe: il rendering grafico della NWSL è imbarazzante

Il sarcasmo delle giocatrici sui social

di Valentina Fontana
FIFA 23

2 min. di lettura

FIFA 23 ha recentemente reso disponibile un nuova patch di aggiornamento che introduce nel ventaglio dei campionati del simulatore calcistico più famoso della scena videoludica il campionato National Women Soccer League (NWSL).

Introduzione attesa da tempo, rispondente al bisogno di rappresentare uno dei campionati sportivi femminili in più rapida ascesa, che però ha lasciato l’amaro in bocca soprattutto per la resa grafica delle giocatrici: molte di loro sono infatti rappresentate tramite modelli generici che non somigliano neanche lontanamente alle controparti in carne ed ossa. Sembra quasi che i modelli grafici siano stati scelti ed assegnati con un randomizzatore casuale, che garantisce solo una pluralità di figure diverse tra loro ma per niente rispondenti al vero: sono a casaccio il colore dei capelli, l’etnia, l’altezza, la fisionomia del viso.

Va da sé che sui social le giocatrici si siano scatenate in commenti che tra il serio e il faceto denunciano l’assoluta insufficienza di precisione tecnica.
“Qualcuno per favore mi faccia sapere quando mi trova, Madison Hammond #99 di Angel City!” scrive Hammond su Twitter, allegando la foto dell’avatar che evidentemente non sente essere rappresentativo della propria figura:

Alla giocatrice dell’ Angel City Football Club si sono unite molte altre colleghe, tra cui la medaglia d’oro Sydney Leroux che con una punta d’ironia ha aggiornato la propria immagine del profilo sui social con un’immagine del proprio avatar e ha twittato “Così spaventerete i miei bambini!”.

Ma le lamentele non si fermano solo alla grafica. Un’altra giocatrice dell’ Angel City Football Club, la nota modella e reporter Sarah Gorden, si è lamentata, seppur con toni scherzosi, della valutazione assegnatagli in game sulla velocità, sua caratteristica distintiva. Ne deduce che il team di Electronic Arts probabilmente non segue con molta perizia la NWSL:

Tralasciando i commenti sarcastici più che legittimi delle giocatrici, è uno scivolone importante per EA Sports, specialmente considerando che la NWSL dovrebbe essere inclusa nei pacchetti FUT del prossimo EA Sports FC, il titolo che sostituirà il label FIFA per i prossimi sforzi dello sviluppatore. Quantomeno ora ci si aspetta, se non direttamente una nuova patch grafica per sistemare le giocatrici di FIFA 23, almeno una concentrazione di risorse sufficienti a che il rendering del nuovo titolo EA Sports FC sia più o meno rispondente all’etnia, il colore – o la presenza – dei capelli e la corporatura delle giocatrici.