Home » Level Tap: un locale esports nel centro commerciale a Liverpool

Level Tap: un locale esports nel centro commerciale a Liverpool

Offrirà postazioni per PC, console e un'area lounge per la socializzazione

di Luca Tagliaferri
Level Tap: un locale esports nel centro commerciale a Liverpool

2 min. di lettura

Il complesso commerciale, ricreativo e residenziale Liverpool ONE aprirà nel corso dell’anno un locale esports chiamato Level Tap.

Il locale comprenderà postazioni per console, cabine di gioco, simulatori di corse, un bar e una zona pranzo. Inoltre, lo spazio dedicato al gaming e agli esports sarà dotato di un’area lounge e di una “zona di decompressione”.

Questo sarà il primo locale di questo tipo a Liverpool ONE. Situato in Hanover Street, il locale si svilupperà su due livelli e disporrà di circa 6.500 metri quadrati di spazio per il gioco e la socializzazione. Level Tap comprenderà PC e console, oltre a simulatori di corse. Ci saranno in totale otto postazioni per console e 22 per PC. L’offerta di giochi sarà composta sia da titoli esports che da giochi più casual, ma un comunicato stampa ha sottolineato che il progetto si concentrerà sui titoli competitivi.

Il nuovo locale sarà lanciato da Adam Rydings e Callum Wilson.

Level Tap ha sottolineato che i vantaggi della creazione di un locale a Liverpool includono la presenza di una grande popolazione studentesca. Queste università hanno società di gaming molto popolari e Liverpool vanta anche una fiorente scena di sviluppatori di giochi.

Il co-fondatore Adam Rydings lavora come Senior Finance Manager per Esports Entertainment Group e Callum Wilson fa parte della società di consulenza aziendale Sedulo. I due hanno un’ampia esperienza nel campo della finanza e della contabilità, oltre ad avere una conoscenza del settore degli esports e del gaming.

Adam Rydings, cofondatore di Level Tap, ha commentato l’apertura: “Con gli streamer su piattaforme come YouTube e Twitch che sono diventati nomi familiari, la richiesta di guardarli in un’atmosfera sociale è in aumento. Vogliamo portare l’esperienza delle grandi partite ai giocatori occasionali, dando loro la possibilità di migliorare le proprie abilità e di divertirsi con gli amici”.

“In quanto sede di esports, sarà di natura competitiva, quindi sarà data maggiore attenzione ai giochi multiplayer. Mostreremo anche tornei e streamer sul nostro schermo proiettore principale e sui televisori sparsi per il locale e abbiamo in programma di organizzare eventi interni, eventi sponsorizzati e tornei“.

 

Potrebbe interessarti anche il nostro articolo Corso di Laurea in Gestione degli eventi esportivi all’Università di Sunderland.