Home » Electronic Arts licenzia centinaia di lavoratori

Electronic Arts licenzia centinaia di lavoratori

Sarà allontanato il 6% della forza lavoro di EA

di Luca Tagliaferri
Electronic Arts licenzia centinaia di lavoratori

2 min. di lettura

Electronic Arts licenzierà più di 700 dipendenti – il 6% della forza lavoro globale del publisher di videogiochi – ha dichiarato mercoledì l’amministratore delegato Andrew Wilson.

I licenziamenti di massa arrivano nonostante l’utile lordo di 1,3 miliardi di dollari registrato da EA nell’ultimo trimestre fiscale, secondo le dichiarazioni finanziarie fornite agli investitori a gennaio.
Tuttavia, all’epoca la società aveva anche rivisto al ribasso le aspettative di profitto per l’intero anno, nonostante l’aumento dei ricavi e degli utili rispetto allo stesso periodo trimestrale del 2022.

“Anche in un contesto di incertezza macroeconomica, EA sta operando da una posizione di forza“, ha dichiarato Wilson nell’annunciare i licenziamenti. Ha aggiunto che EA sta “guadagnando slancio”, ma ha comunque annunciato i licenziamenti pochi paragrafi dopo.

Wilson non ha specificato quali segmenti dell’azienda saranno colpiti dai licenziamenti; ha dichiarato solo che EA si ritirerà dai progetti che non sono in linea con la sua strategia di: “costruire giochi ed esperienze che intrattengano comunità online di massa; creare storie interattive di grande successo; amplificare il potere della comunità all’interno e intorno ai nostri giochi con strumenti sociali e di creazione”.

Wilson ha dichiarato che alcuni lavoratori potrebbero essere riassegnati ad altri progetti; quelli che non lo saranno riceveranno un’indennità di licenziamento e “benefici aggiuntivi”. L’azienda ha iniziato ad annunciare cambiamenti nel personale all’inizio di questo trimestre, che si prevede continueranno all’inizio del prossimo anno fiscale, che inizierà a ottobre.

I licenziamenti di EA seguono una serie di esempi simili da parte dei suoi colleghi del settore: 400 dipendenti di Twitch sono stati allontanati nell’ambito del recente licenziamento di 9.000 dipendenti da parte di Amazon. Microsoft ha licenziato 10.000 dipendenti all’inizio dell’anno, con ripercussioni su studi come Bethesda Softworks, sviluppatore di Starfield, e 343 Industries, sviluppatore di Halo Infinite. Anche Take-Two, Unity e molti altri hanno seguito l’esempio, citando quasi sempre l’incertezza macroeconomica.

Le grandi aziende di solito attribuiscono questo tipo di licenziamenti al rallentamento della crescita. (EA ha anche dichiarato di stare “rivedendo” i suoi investimenti immobiliari). Secondo alcuni esperti, tali licenziamenti potrebbero non ridurre effettivamente i costi e potrebbe trattarsi semplicemente di aziende che “copiano” i loro colleghi.

In un documento finanziario pubblicato mercoledì, Electronic Arts ha dichiarato che i licenziamenti costeranno circa 170-200 milioni di dollari.