Home » LCS Spring Finals, impatto economico da 1,6 milioni per Raleigh

LCS Spring Finals, impatto economico da 1,6 milioni per Raleigh

8000 visitatori in un weekend

di Valentina Fontana
LCS Spring Finals

2 min. di lettura

La città di Raleigh, seconda per estensione nello stato della Carolina del Nord negli USA, è stata ospite delle League of Legends Championship Series (LCS) Spring Finals, appena concluse.

Secondo Visit Raleigh, l’ente per il turismo della città, quasi 8.000 visitatori sono entrati in città per i due giorni di gare alla PNC Arena, che ha visto i Cloud9 battere in finale i Golden Guardians per 3-1. Oltre il 70% di questi non era residente in città e proveniva da altri stati americani o dal Canada.
Circa 3.000 persone hanno prenotato camere d’albergo in città, stando all’ente per il turismo, e hanno contribuito con 1,6 milioni di dollari all’economia locale durante il weekend di Spring Finals di League of Legends Championship Series (LCS).

La North Carolina sembra essere una meta molto popolare per le leghe esportive e gli organizzatori.
Il motivo risiede quasi sicuramente nel programma di incentivi statali per gli esports che offre un credito d’imposta del 25% fino a un massimo di 5 milioni di dollari, a condizione che chi richiede l’incentivo abbia speso almeno 250.000 dollari in un anno fiscale.

Anche per questo Raleigh è ormai veterana nell’ospitare eventi esports. Negli anni passati si sono tenute lì le Halo Championship Series, le Fortnite Championship Series e le Apex Legends Global Series.

È ormai assodato che ospitare eventi esportivi dalla forte risonanza mediatica porti benefici economici tangibili alle economie locali, mettendo in moto il settore alberghiero, della ristorazione e turistico in generale anche e soprattutto fuori stagione.

Caso esemplare, di cui abbiamo già scritto, è stato il Pokémon Go Fest, tenutosi a Berlino, Seattle e Sapporo, che ha generato per le località ospitanti un flusso in entrata pari a circa 309 milioni di dollari di indotto.