Home » Rivalry: private placement da oltre 7 milioni di dollari

Rivalry: private placement da oltre 7 milioni di dollari

Pinnacle guida i finanziatori

di Valentina Fontana
Rivalry

2 min. di lettura

La società di Esports Betting Rivalry ha annunciato un private placement che prevede un ricavo fino a 7,3 milioni di dollari.

Guidato dal bookmaker Pinnacle, il round di finanziamento consentirà a Rivalry di accelerare le opportunità di crescita e raggiungere gli obiettivi operativi.

Il collocamento privato (private placement) serve ad un’azienda che necessita di finanziarsi per collocare titoli, obbligazionari o azionari, senza passare da un’offerta pubblica. Si tratta di un’operazione di finanziamento che si rivolge a uno o più investitori istituzionali come fondi di investimento, banche o società fiduciarie. Si differenzia dal collocamento pubblico e dal collocamento tramite asta, che servono anch’essi per collocare nuovi titoli sul mercato, principalmente per il numero di soggetti finanziatori potenzialmente coinvolti nell’operazione. Grazie a questa caratteristica, con il private placement si riescono a tenere sotto controllo i conti, avere una maggiore flessibilità contrattuale e minimizzare le asimmetrie tra investitori ed emittenti.

In questo caso, Rivalry cercherà di generare fondi attraverso l’emissione di 6,6 milioni di azioni al prezzo di 1,10 dollari per azione circa. Il prezzo delle azioni dovrebbe essere fissato il 5 maggio, previa approvazione normativa.

Il placement è naturale conseguenza di due anni di risultati da record per quanto riguarda la crescita dei ricavi. Ottobre 2022 è stato il primo mese redditizio in assoluto per la società e ha consolidato la sua posizione nel settore delle scommesse sugli esports.

Oltre a migliorare le previsioni finanziarie, il ché di per sé attira nuovi investitori, Rivalry continua ad ampliare la propria offerta e il ventaglio di partnership. A marzo ha rafforzato la partnership esistente con l’organizzazione australiana di esports Grayhound Gaming e a dicembre è entrata in Dota 2 insieme all’organizzazione di esports filippina Blacklist International.

Il giro d’affari legato alle scommesse sugli esports continua a crescere ad un ritmo impressionante. Abbiamo trattato dell’interessante argomento anche in un articolo dedicato.

Rivalry ha pubblicato anche i risultati del quarto trimestre del 2022 e con essi i risultati finanziari dell’intero anno 2022, nonché i risultati preliminari del primo trimestre del 2023. L’azienda ha registrato un aumento del 140% del fatturato e un +349% dell’utile lordo rispetto all’anno precedente. Nel primo trimestre del 2023, inoltre, l’azienda ha raggiunto il massimo storico dei ricavi trimestrali con un fatturato di 8,8 milioni di dollari, con un aumento del 151% rispetto all’anno precedente.

Steven Salz, cofondatore e CEO di Rivalry, ha commentato la notizia:

I termini e il valore strategico delle parti interessate che hanno partecipato a questo round rappresentano un voto di fiducia nel nostro team unico, nella nostra strategia di mercato e nella nostra capacità unica di operare in questo settore emergente. Stiamo crescendo rapidamente con una strategia di successo e un team di talento alle spalle, e con questo finanziamento prevediamo di continuare con il nostro ritmo di crescita e la nostra tendenza alla redditività”.