Home » PlayVS: si dimette il CEO Delane Parnell

PlayVS: si dimette il CEO Delane Parnell

La notizia arriva dopo una serie di notizie spiacevoli legate all'azienda

di Fabio Ferraro
PlayVS: si dimette il CEO Parnell

2 min. di lettura

Delane Parnell, CEO della piattaforma PlayVS, si è dimesso dal suo ruolo. La decisione arriva dopo una serie diffusa di critiche e scandali che hanno travolto l’azienda a partire dallo scorso anno.

 

Parnell ha agito da CEO sin da quando ha fondato la società nel 2018. In seguito all’abbandono si dedicherà ad altri progetti. PlayVS ha annunciato che Joe Gibson, l’attuale vicepresidente delle finanze, assumerà temporaneamente il ruolo vacante mentre l’azienda si occuperà di trovare un successore.

PlayVS è una startup a scopo di lucro che gestisce e organizza tornei di esport per giovani studenti delle scuole superiori nordamericane.

La società ha fin’ora raccolto oltre 100 milioni di dollari nel corso di più finanziamenti e può contare sul sostegno di diversi investitori di alto profilo, tra cui Softbank Innovation Fund, Adidas e Samsung NEXT.

PlayVS è stata al centro di una serie di controversie negli ultimi anni. Nel 2022 ha comunicato notizie mendaci e ha finto di aver stretto accordi di esclusività che ha esercitato per impedire ai concorrenti, comprese le organizzazioni non profit e gli educatori, di utilizzare gli esport nelle scuole superiori. Molto spesso è stato avanzato il nome di Parnell per quanto riguarda alcune di queste azioni.

Nonostante le polemiche e le critiche di insegnanti, lavoratori e parti interessate al settore degli esport scolastici, PlayVS resta una delle più grandi piattaforme. Inoltre, ha anche stretto una partnership esclusiva con l’ente sportivo delle scuole superiori, la National Federation of State High School Associations (NFHS).

L’ex CEO ha dichiarato: “Sono estremamente orgoglioso di ciò che abbiamo raggiunto a PlayVS in pochi anni. Dirigere un team così talentuoso è stato un onore e sviluppare un prodotto innovativo che ha creato così tante opportunità per un pubblico poco servito è stato un sogno diventato realtà.”

Parnell rimarrà nel consiglio di amministrazione e continuerà a essere coinvolto nella società come consulente senior.