Home » WSOW: rinvio di Activision e malcontento dei fan

WSOW: rinvio di Activision e malcontento dei fan

I server non superano i test

di Davide E. Nappi
WSOW rinvio di Activision e malcontento dei fan

2 min. di lettura

Activision ha rinviato le qualificazioni della Fase 1 EU e NA delle WSOW, presumibilmente a causa di frequenti crash del gioco, e i membri della community hanno preso la palla al balzo per denunciare una questione più ampia.

Soli sei giorni prima dell’inizio delle WSOW 2023, Activision ha avviato un’indagine sui problemi di server che affliggevano Warzone 2. La community, che ben conosce i tempi che Activision impiega per questo genere di fix, ha immediatamente iniziato a preoccuparsi, chiedendosi come fosse possibile far partire le qualificazioni di un torneo da 1.2 milioni di dollari con i server in piena manutenzione. E infatti, come si temeva, Activision ha recentemente annunciato che: “Sfortunatamente, le qualificazioni WSOW Stage 1 EU e NA sono state rinviate. Stiamo lavorando agli aggiornamenti e forniremo informazioni ai giocatori a breve”.

La casa di produzione non ha fornito un motivo per il rinvio, ma i giocatori hanno ipotizzato che sia dovuto ai personaggi comandati dall’IA che mandano in crash le partite. Lo streamer di Warzone 2 ModernWarzone ha affermato che il problema è dovuto al fatto che “i server continuano a bloccarsi una volta che l’IA e le Stronghold si generano nella mappa”.

 

I giocatori di Warzone 2 chiedono da tempo la rimozione dell’IA e o quantomeno di sapere da Activision perché questo non stia avvenendo, dato che la community fa fronte unito contro questa nuova introduzione.

In ogni caso, sono speculazioni: ancora non si sa se i problemi di server dipendano effettivamente da dall’introduzione di nemici comandati dall’AI e dalle Roccheforti nella mappa. Sta di fatto che fenomeni di lagging e crashing si verificano all’ordine del giorno, su tutte le consolle e con qualsiasi tipo di connessione. Non il miglior terreno per coltivare un campionato mondiale milionario.

Vi terremo aggiornati su ulteriori sviluppi.