Home » Gen.G rinnova la sua presenza alla McDonald’s Gaming League

Gen.G rinnova la sua presenza alla McDonald’s Gaming League

L'accordo si riconferma per il terzo anno di seguito

di Fabio Ferraro
Gen.G rinnova la sua presenza alla McDonald's Gaming League

2 min. di lettura

L’organizzazione internazionale di esport Gen.G ha rinnovato la sua partnership con la catena di fast food McDonald’s.

A seguito del rinnovo, il club continuerà ad espandere la propria partnership nei mercati locali chiave e lancerà un’altra stagione della McDonald’s Gaming League.

Il torneo rappresenta un’opportunità per la multinazionale di coinvolgere i proprietari e i dipendenti in franchising nelle regioni della California meridionale, dell’area metropolitana di Washington e nel nord-ovest del Pacifico degli Stati Uniti.

Gen.G e McDonald’s non sono estranei alla collaborazione. Le due parti hanno unito le loro forze per la prima volta nel 2021 con l’inaugurale McDonald’s Gaming League che vedeva un giocatore o allenatore della Gen.G nel ruolo di capitano della squadra.

La sostanziale espansione include modifiche ai premi che attualmente includono biglietti per festival musicali, buoni regalo Amazon e la possibilità di vincere una console PlayStation 5 o Xbox Series.

McDonald’s è uno dei dieci partner della Gen.G. Oltre alla catena di fast food si riscontrano anche aziende come l’Università del Kentucky e il marchio di abbigliamento sportivo PUMA, che supportano Gen.G attraverso una serie di eventi e iniziative che coinvolgono i giocatori e creatori di contenuti.

Arnold Hur, CEO di Gen.G , ha parlato così del rinnovo: “Il gioco è davvero per tutti e siamo felici di collaborare con Davis Elen per portare questa esperienza unica ai dipendenti di McDonald’s per il terzo anno. È così piacevole per una grande azienda continuare a riconoscere la popolarità della cultura del gioco e offrire ai propri dipendenti l’opportunità di partecipare a una comunità così speciale”.

McDonald’s non è nuova nel settore, oltre ad intrattenere diverse partnership, collabora anche all’organizzazione di altre competizioni di esport. Fra questi vi è il caso del Collegiate Esports Commissioner’s Cup di cui abbiamo parlato in un precedente articolo che forse potrebbe interessarti.