Home » Disguised Toast prevede una perdita di un milione di dollari per il 2023

Disguised Toast prevede una perdita di un milione di dollari per il 2023

L'annuncio è arrivato tramite un tweet

di Fabio Ferraro
Disguised Toast prevede una perdita di un milione di dollari per il 2023

2 min. di lettura

Il famoso creatore di contenuti Jeremy “Disguised Toast” Wang ha rivelato in modo non ortodosso le previsioni di rendita per il 2023 che dovrebbero coinvolgere la sua organizzazione di esport, Disguised. Il team è sulla buona strada per perdere circa 1 milione di dollari entro la fine dell’anno.

L’informazione è stata rivelata tramite un tweet di Disguised Toast, con una tabella che evidenzia che l’organizzazione prevede di registrare una perdita operativa netta di 620.000 dollari quest’anno.

 

Lo screenshot non contiene cifre inerenti alle entrate del 2023. Non è chiaro se queste cifre siano state omesse perché Disguised Toast voleva che il numero rimanesse privato o perché non prevede di incassare entrate in questo momento.

 

Disguised è di recente fondazione, essendo nata nel 2022. Attualmente non ha contratti con sponsor dedicati né opzioni di merchandising per gli esport, ovvero due dei flussi di entrate più comuni per i team. Tuttavia, mentre Jeremy Wang è destinato a perdere denaro nell’impresa di esport, potrebbero esserci potenziali vantaggi indiretti per Disguised Toast, il suo marchio come creatore di contenuti.

 

Dopo il lancio iniziale con un roster VALORANT nordamericano per competere nel secondo livello del VALORANT Champions Tour, Challengers, l’organizzazione ha annunciato il suo ingresso in League of Legends questo mese.

 

La nuova squadra farà parte della rinnovata NACL– secondo livello della North American League of Legends – a seguito delle modifiche alle regole che hanno visto diverse organizzazioni dell’accademia LCS rinunciare alla competizione e di conseguenza un successivo scioglimento pianificato dei giocatori LCS .

Dall’inizio della sua avventura negli esport, Disguised Toast è stato trasparente riguardo ai costi di gestione di un’organizzazione di esport, simile a MoistCr1TiKaL , un altro creatore di contenuti e proprietario di un club esport.
Sia Disguised che Moist Esports fanno parte di una nuova ondata di organizzazioni fondate da famosi creatori di contenuti.