Home » Racing Prodigy, crossover tra esport e sport motoristici

Racing Prodigy, crossover tra esport e sport motoristici

I più performanti potranno gareggiare anche su pista

di Fabio Ferraro
Racing Prodigy mira a creare crossover tra esport e sport motoristici

2 min. di lettura

La società di esport, intrattenimento e media Racing Prodigy ha annunciato un nuovo campionato di corse sim chiamato Prodigy Racing League (PRL).

L’obiettivo del campionato è fornire un percorso che parta dalla competizione nelle corse di simulazione fino ad arrivare alla pista della vita reale. I corridori gareggeranno nel corso dei prossimi mesi in iRacing, Street Kart Racing, rFactor 2 e RaceRoom.

Il campionato consisterà in una serie di 12 tornei di esport. I primi 15 piloti avranno la possibilità di guidare le auto da corsa Radical SR1 all’Atlanta Motorsports Park negli Stati Uniti durante un evento chiamato Prodigy Week.

Inoltre, ci sarà un altro evento simile all’inizio del 2024, aumentando il pool di piloti a 50. Questi piloti avranno quindi la possibilità di competere nelle serie di corse del mondo reale della PRL negli Stati Uniti.

L’ambizioso progetto, se tutto va secondo i piani, consentirà ai piloti di corse sim di passare dalla competizione in iRacing a un contratto in una serie di sport motoristici del mondo reale. Il più grande vantaggio, secondo gli organizzatori, è la riduzione dello stress finanziario per i conducenti. Questo è un fattore importante, considerando che il motorsport è noto per il suo alto costo di ingresso.

 

Oltre ad annunciare la prima serie di tornei, la Prodigy Racing League ha annunciato tre partner fondamentali: GRID Engineering, Asetek SimSports e SIM-LAB. Tutte e tre le società si occupano di attrezzatura da corsa sim, inclusi pedali, ruote, sedili e altre attrezzature necessarie per le corse.

Il CEO di Racing Prodigy, David Cook, ha commentato: “In Racing Prodigy, stiamo abbassando le barriere finanziarie per entrare negli sport motoristici allo stesso livello degli sport tradizionali. Il PRL è la nuova casa per piloti di ogni estrazione e abilità, dove possonoinseguire i loro sogni di sport motoristici dallo schermo alla pista. Riteniamo che tutti debbano avere l’opportunità di partecipare agli sport motoristici e quello di oggi è un importante passo avanti”.