Home » La LCS si giocherà: trovato l’accordo

La LCS si giocherà: trovato l’accordo

Il dialogo tra le parti dopo lo sciopero

di Fabio Ferraro
LCS tornerà dopo un importante accordo tra Riot Games, LCSPA e i team

3 min. di lettura

Il Summer Split LCS 2023, precedentemente posticipata, si giocerà ufficialmente il 14 giugno a seguito di un accordo tra Riot Games, LCSPA e i team. Il rinvio è stato dovuto alla decisione, votata qualche settimana fa, della LCSPA di organizzare uno sciopero generale dei player LCS.

I giocatori avevano deciso di ritirarsi dopo la decisione di Riot Games di modificare le regolamentazioni NACL, concedendo alle organizzazioni LCS la possibilità di ritirarsi dalla competizione di secondo livello nordamericana precedentemente obbligatoria, cosa che hanno fatto in sette su dieci.

Incluso nel nuovo accordo ci sarà un nuovo modello di business NACL, che integra l’impegno iniziale di 300.000 dollari con un sistema di compartecipazione alle entrate tra l’operatore del torneo e le squadre partecipanti. La LCSPA ha affermato che il 50% di tutte le entrate della sponsorizzazione NACL sarà ora condivisa con i team. Riot Games ha affermato nel suo annuncio che ciò “porterebbe verso la sostenibilità a lungo termine”.

 

L’accordo introdurrà anche diverse nuove garanzie per i giocatori. A coloro che guadagnano fino a 1,5 volte lo stipendio minimo della lega saranno ora garantiti 30 giorni di liquidazione e preavviso, mentre per i giocatori LCS non residenti sarà necessario un preavviso di almeno due settimane. Le squadre sono ulteriormente libere di negoziare ancora, a detta di Riot.

Lo sviluppatore ha inoltre menzionato miglioramenti al modello di governance NACL, come l’inclusione di un accordo di partecipazione al team (TPA) e un processo di verifica approfondito per le organizzazioni del team partecipante.

 

Nel tentativo di evitare una situazione simile in futuro, Riot Games si è anche impegnata a perfezionare le procedure di lavoro tra LCS, LCSPA e i team, nonché a creare un gruppo di lavoro tra i team e LCSPA per ottimizzare al meglio i programmi di scrim.

In una dichiarazione, la LCSPA ha dichiarato: “Sono state fatte concessioni da Riot e dai team per garantire un futuro NACL più sostenibile e una voce più equa per i giocatori sul posto di lavoro […] L’annuncio di oggi dimostra l’importanza di dare ai giocatori un posto significativo al tavolo. Sebbene gli accordi non siano all’altezza dei nostri obiettivi inizialmente dichiarati, Riot ha concordato una serie di importanti cambiamenti e si è impegnata in una collaborazione significativa con LCSPA prima di prendere decisioni future”.

 

Nel frattempo, Naz Aletaha, Global Head of LoL Esports, ha commentato: ”
Ritardare il Summer Split non è stata una decisione che abbiamo preso alla leggera, ma alla fine il dialogo tra la lega, la LCSPA e le squadre ha fornito lo spazio per riallinearsi su obiettivi condivisi per il futuro di LCS e NACL. Costruire per la sostenibilità e il successo a lungo termine dell’ecosistema LCS è la condizione vincente per tutti noi. Vogliamo ringraziare i fan, i giocatori e le squadre della LCS per la loro pazienza durante questo periodo e non vediamo l’ora di rivedere i giocatori sul palco della LCS la prossima settimana“.

Le partite LCS di questa estate verranno ora giocate mercoledì, giovedì e venerdì. Informazioni sui biglietti e il programma delle partite verrà annunciato a breve.