Home » Michiel Bakker, CEO di Ginx TV, si dimette

Michiel Bakker, CEO di Ginx TV, si dimette

Dopo 13 anni Bakker lascia la compagnia con "emozioni contrastanti"

di Valentina Fontana
Michiel Bakker

2 min. di lettura

Michiel Bakker, CEO di lunga data della gaming media company Ginx TV, ha annunciato la propria partenza. Lascerà l’azienda alla fine di giugno.

Bakker ha fatto l’annuncio tramite LinkedIn e, sebbene non abbia condiviso piani futuri, ha dichiarato che lascia l’azienda con “emozioni contrastanti”.

Fondata nel 2007, Ginx TV è una media company con sede nel Regno Unito. L’azienda è nota per il suo canale televisivo, uno dei primi al mondo dedicati esclusivamente ai contenuti di gaming. Nel 2016, il canale principale dell’azienda è stato ribattezzato Ginx Esports TV, riflettendo una svolta verso gli esports. Oltre alla televisione, Ginx gestisce un sito web di notizie sul gaming e gli esports, Ginx.tv.

Michiel Bakker si è unito a Ginx TV quando l’azienda aveva solo tre anni, nel 2010. Durante il suo tempo in azienda, Ginx ha stretto partnership con numerosi brand di esports, gaming e altri settori, favorendo lo sviluppo internazionale della company e la presenza in molti paesi.

Bakker non ha spiegato le ragioni esatte della sua partenza, ma ha sottolineato che è “giunto il momento di una prospettiva fresca, nuove idee e di passare il testimone”. Ha aggiunto che il cambiamento è una parte fondamentale del progresso e che è orgoglioso del lavoro svolto durante il suo tempo in Ginx.

Ginx TV non ha ancora condiviso notizie sul sostituto di Bakker.

L’ex CEO ha dichiarato quanto segue tramite i social media:

“Dopo un incredibile percorso di 13 anni presso Ginx TV Ltd, annuncio con emozioni contrastanti la mia partenza dall’azienda alla fine di questo mese. È stato un onore e un privilegio servire come CEO di Ginx, e sono estremamente orgoglioso di ciò che abbiamo realizzato insieme. Una delle lezioni più importanti apprese nella mia carriera professionale è che il cambiamento è vitale per la crescita e il progresso. È giunto il momento di una prospettiva fresca, nuove idee e di passare il testimone a qualcun altro.”