Home » Dota 2 Bali Major: BetBoom squalificati

Dota 2 Bali Major: BetBoom squalificati

Pure guarda una stream durante il match

di Davide E. Nappi
Dota 2 Bali Major BetBoom

3 min. di lettura

Il Dota 2 Bali Major è stato palcoscenico di un piccolo dramma a causa della mossa sconsiderata di un giocatore. Pure, dei BetBoom, è stato sorpreso a guardare una stream di Twitch durante la partita della propria squadra contro Tundra Esports. 

La partita ufficiale tra BetBoom e Tundra Esports si è svolta qualche giorno fa nei quarti di finale dell’upper bracket del Bali Major di Dota 2. Ad un certo punto del match, intorno al nono minuto, Tundra ha chiesto una pausa per segnalare un problema agli organizzatori del torneo.

Durante la pausa, Ivan ‘Pure’ Moskalenko dei BetBoom ha aperto un’altra finestra sul pc e ha iniziato a guardare la stream di Twitch di Aleksandr ‘Nix’ Levin per qualche secondo.

Sebbene sia durata pochi attimi, l’azione costituisce una violazione del regolamento del DPC, che stabilisce che “ai giocatori è vietato guardare qualsiasi trasmissione mentre stanno competendo in una partita ufficiale”.

Il regolamento specifica, in effetti, che durante una partita in un evento LAN possono essere in esecuzione sul PC solo i programmi Steam, Dota 2 e Teamspeak.

Conseguentemente alle azioni di Pure, la vittoria per 2-0 di BetBoom contro Tundra è stata annullata ed è stata dichiarata sconfitta a tavolino. La sconfitta potrebbe costare a BetBoom un posto all’International 2023. La vittoria contro Tundra avrebbe invece garantito alla squadra la qualificazione al main event in base ai punti DPC.

Pure è stato quindi bannato per tutto il torneo.

Al suo posto è subentrato Roman ‘Resolut1on’ Fomynok, finalista di TI per due volte. BetBoom ha poi proseguito perdendo contro Azure Ray per 2-1 ed è stato eliminata dal Bali Major al 9º-12º posto. Il Team potrebbe comunque ottenere un invito all’International, a seconda dei risultati di Quest Esports e Team Aster, le uniche altre due squadre che possono qualificarsi per l’evento in base ai punti DPC.

BetBoom ha risposto alla squalifica con una dichiarazione pubblicata su VK, in cui ammette che Pure ha violato le regole del torneo ma insiste sul fatto che il giocatore non ha agito con malizia.

“Vogliamo sottolineare che l’incidente non avrebbe potuto avere un impatto serio sulla partita di quasi due ore – è successo al nono minuto”, ha dichiarato BetBoom.

L’organizzazione russa ha aggiunto di non essere d’accordo con la severità della punizione. Ha presentato una richiesta ufficiale a Valve, sperando che analizzeranno il caso “con la giusta attenzione e forniranno una soluzione oggettiva”.

Gli organizzatori di Bali Major, IO Esports, hanno evidenziato in una dichiarazione pubblicata su Twitter che la punizione è stata comminata per cheating. Secondo la regola 5.2.3 dell’evento, in caso di episodi di cheat, il giocatore colpevole “sarà squalificato, perderà il suo montepremi e sarà bandito da tutte le competizioni per una durata di 5 anni”.

La regola stabilisce anche che la durata del divieto può essere inferiore “se ci sono fattori attenuanti significativi, ma anche superiore se ci sono circostanze aggravanti”.

Non è la prima volta che Pure finisce sotto i riflettori per comportamenti discutiili. Nell’aprile 2022 è stato sorpreso a disegnare il simbolo di guerra russo ‘Z’ sulla minimappa durante una partita di Beyond the Summit contro Mind Games. La sua squadra, Outsiders, è stata squalificata dal torneo e lui è stato allontanato dall’organizzazione.