Home » La Staffordshire University investe 2,9 milioni di sterline negli esports

La Staffordshire University investe 2,9 milioni di sterline negli esports

Le nuove attrezzature daranno un maggiore sostegno al corso di laurea triennale dedicato al settore

di Fabio Ferraro
La Staffordshire University investe 2,9 milioni di sterline negli esports

2 min. di lettura

Il dipartimento di esport della Staffordshire University in Inghilterra ha programmato una sostanziale espansione, stanziando 2,9 milioni di sterline da investire nelle sue strutture.

Le nuove strutture saranno dotate di un’arena per gli esport e di uno studio di produzione, il tutto in una nuova sede del campus. Il completamento del progetto è previsto entro la primavera del 2024.

La Staffordshire University, con sede a Stoke-on-Trent, è stata la prima università del Regno Unito a lanciare un corso di laurea dedicato al settore già cinque anni fa . Da allora l’università ha collaborato con organizzazioni e aziende di esport come Fourth Wall Esports e TeamSpeak per sviluppare le proprie capacità.

Le attrezzature saranno marchiate EVS e Panasonic. Digital Garage invece, che è una società di soluzioni broadcast, avrà il compito di progettare, costruire e installare il nuovo spazio. Inoltre, lo spazio esporrà anche opere d’arte ispirate agli esport create dagli studenti. La dotazione ammonterà a circa 80 dispositivi.

Queste novità arrivano a seguito di un dibattito intrapreso fra gli studenti, l’industria e l’università. Nel 2021 alcuni studenti segnalarono alcune lamentele in merito alla qualità del corso. I nuovi investimenti rinnoveranno il dipartimento sia strutturalmente e sia tecnicamente, offrendo ai giovani tante nuove possibilità di crescita.

Il percorso di studi in questione è un corso di laurea triennalee tenta di combinare il lato produttivo degli esport con l’esperienza pratica nel mondo degli affari, del marketing, della gestione degli eventi e degli studi basati sulla teoria.

 

Il professor Raheel Nawaz, vicerettore per la trasformazione digitale presso la Staffordshire University, ha dichiarato: “Siamo entusiasti di espandere la nostra presenza negli esport a Stoke-on-Trent. Ciò darà agli studenti un maggiore accesso alle nostre strutture, consentendo loro di immergersi nella tecnologia più recente e completare lavori più pratici e attività extracurriculari. Non vediamo l’ora che i nostri studenti sperimentino gli spazi trasformati di Beacon”.

Il legame tra il mondo universitario e quello degli esport è in rapida espansione, dai un’occhiata anche a quest’altro articolo.