Home » Into The Breach diventa comproprietario di The Goose House

Into The Breach diventa comproprietario di The Goose House

L'operazione avviene tramite l'acquisizione delle azioni dell'ex socio Dan "eLSD" Ellis in seguito ad uno scandalo

di Fabio Ferraro
Into The Breach diventa comproprietario di The Goose House

2 min. di lettura

Into The Breach (ITB) ha annunciato di aver acquisito una parte della proprietà del club britannico di esport The Goose House.

I termini finanziari e l’esatta quota di proprietà di ITB non sono stati resi noti, ma l’organizzazione ha affermato che ora è comproprietaria insieme ai comproprietari esistenti David “dave” Taylor e “dËk“.

L’acquisizione segue uno scandalo che ha scosso The Goose House alla fine di settembre, quando molti membri dello staff e diversi streamer hanno lasciato collettivamente l’organizzazione in mezzo a un’ondata di accuse di cattiva condotta sessuale contro l’ex comproprietario Dan “eLSD” Ellis. Esports News UK ha riferito che ITB ha acquistato direttamente le azioni di Dan Ellis.

ITB ha affermato che The Goose House rimarrà in gran parte indipendente dal team, agendo invece come rete di supporto per far crescere la sua comunità. Tale supporto arriverà sotto forma di sviluppo aziendale, finanza, progettazione grafica e amministrazione generale.

Oltre all’acquisto, Into The Breach ha anche annunciato anche il coinvolgimento di un’altra società controllata, il marchio di loungewear beCosy, che diventerà sponsor e linea di abbigliamento ufficiale per The Goose House.

L’accordo di sponsorizzazione include un investimento di denaro che permetterà un rinnovamento del personale e delle iniziative. La prima di queste iniziative sarebbe un nuovo torneo chiamato Evolution, i cui dettagli devono ancora essere annunciati.

L’organizzazione si è impegnata a coinvolgere professionisti e consulenti per attuare protocolli di sicurezza nel tentativo di rafforzare la fiducia nel club dopo le precedenti turbolenze. Il dialogo fra i membri dello staff sarà prioritario.

 

In un post su X , Sam Macedonio, il fondatore di ITB, ha affermato che l’organizzazione è stata in trattative per una fusione con The Goose House durante il corso dell’anno. Spiegando la decisione, Macedonio ha aggiunto che le risorse aggiuntive che ITB potrebbe fornire permetterebbero a The Goose House di ampliare i suoi eventi e iniziative, pur mantenendo l’attenzione sulla community di partenza.

The Goose House è conosciuta soprattutto per la sua community VALORANT, che conta oltre 10.000 membri Discord. L’organizzazione ha anche ospitato una serie di eventi di esport nel Regno Unito, come la Birds of Prey Series, un torneo VALORANT femminile che consente la qualificazione ai VCT Game Changers Contenders.

Lo UK Esports Team Committee (UKETC) aveva rimosso The Goose House dal suo comitato in seguito alle iniziali accuse pubbliche.