Home » Microsoft: tagli al personale in Activision Blizzard e Xbox

Microsoft: tagli al personale in Activision Blizzard e Xbox

Il presidente di Blizzard si dimette

di Davide E. Nappi
Microsoft Activision Blizzard Xbox

2 min. di lettura

La recente acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft per 68,7 miliardi di dollari ha portato a una drastica  riduzione del personale che influenzerà circa 1.900 dipendenti di Xbox e Activision.

La notizia segue a stretto giro quella del piano di licenziamenti messo in atti da Riot Games,  che ha annunciato la riduzione del 11% della propria forza lavoro.

La riduzione di circa l’8% del personale globale di Microsoft Gaming interesserà principalmente  globale, Activision Blizzard, ma non saranno immuni anche alcune division di Xbox e ZeniMax.

Il CEO di Microsoft Gaming, Phil Spencer, ha comunicato la decisione ai dipendenti tramite un memo interno, secondo quanto scoperto da un report di The Verge:

“Nell’ambito di questo processo, abbiamo preso la dolorosa decisione di ridurre le dimensioni della nostra forza lavoro nel settore gaming di circa 1900 posti sui 22.000 totali che compongono il nostro team. Il Gaming Leadership Team e io ci impegniamo a gestire questo processo nel modo più ponderato possibile.

Le persone direttamente interessate da queste riduzioni hanno tutte svolto un ruolo importante nel successo di Activision Blizzard, ZeniMax e dei team Xbox, e devono essere orgogliose di tutto ciò che hanno realizzato qui. Siamo grati per tutta la creatività, la passione e la dedizione che hanno portato ai nostri giochi, ai nostri giocatori e ai nostri colleghi. Forniremo il nostro pieno supporto a coloro che saranno colpiti durante la transizione, comprese le indennità di licenziamento previste dalle leggi locali sul lavoro. Coloro i cui ruoli subiranno un impatto saranno informati e vi chiediamo di trattare i vostri colleghi in partenza con il rispetto e la compassione che sono in linea con i nostri valori”.

Ha dichiarato quindi questo piano di lay-off è necessario per adattare l’organizzazione alla nuova struttura post-fusione.

Conseguentemente all’annuncio dei tagli, il Presidente di Blizzard, Mike Ybarra, e il Chief Design Officer Allen Adham lasceranno l’azienda. In un altro memo interno, il Presidente di Microsoft Game Content and Studios, Matt Booty, ha annunciato che il gioco di sopravvivenza  di  cui era stato precedentemente annunciato lo sviluppo è stato cancellato.

Leggi anche i nostri articoli che raccontano il travagliato iter che ha portato all’acquisto di Activision Blizzard da parte di Microsoft. Parti da qui: La Federal Trade Commission intenta causa contro Microsoft