Home » Esports Industry protagonista all’evento di chiusura del Calciomercato invernale

Esports Industry protagonista all’evento di chiusura del Calciomercato invernale

Due giorni di convegni organizzata da ADICOSP

di Davide E. Nappi
Esports Industry

2 min. di lettura

Esports Industry ha partecipato all’evento di chiusura della sessione invernale del Calciomercato International Transfer Market 2023-2024, appena conclusosi all’Hilton Hotel di Roma.

Organizzato da ADICOSP, associazione di riferimento dei Direttori e Collaboratori sportivi, l’intento dell’evento dal titolo “Il Calciomercato – International Transfer-market” è stato di offrire ai principali attori del settore calcistico una piattaforma per la collaborazione e lo scambio di idee. Protagonista del programma, ricco di panel e interventi, è stato l’intervento di Massimo Caputi, Direttore Editoriale di Esports Industry, dedicato all’influenza dell’ industria gaming nell’industria Calcistica.

“Il sempre crescente utilizzo della tecnologia nel mondo del Calcio lo fa convergere sempre più verso quello degli sport elettronici, i quali proprio dalla tecnologia prendono vita. In riferimento all’analisi, lo scouting e l’utilizzo di intelligenza artificiale, la previsione è che assisteremo in modo sempre più pervasivo all’influenza del mondo del gaming non solo sull’industria calcistica, ma anche in altri sport tradizionali” – ha dichiarato Massimo Caputi.

L’integrazione tra calcio e gaming, è stata altresì sottolineata da uno degli ospiti presentati da Esports Industry, Alberto Scotta, Head Researcher Italia di Football Manager. Il manager ha potuto dare testimonianza di come il videogioco manageriale di simulazione calcistica più famoso al mondo sia sempre più utilizzato come piattaforma di scouting e match analysis dai professionisti dell’industria calcistica.

«Nell’era in cui la tecnologia e il calcio si fondono è essenziale ricordare che la creatività e l’intelligenza emotiva stanno al cuore dell’innovazione. Questi elementi sono cruciali per trasformare gli strumenti offerti dall’intelligenza artificiale in soluzioni concrete che arricchiscono davvero il nostro mondo. Football Manager rappresenta da sempre questa fusione tra innovazione e tecnologia nel calcio ed è bello ricordare come anche Massimo Oddo e Fabio Grosso abbiano iniziato il loro percorso da allenatori con Football Manager, sottolineando il potente legame tra il gioco e la realtà del calcio.» – dichiara Alberto Scotta.

Potrebbe interessarti anche l’articolo del nostro Direttore: L’editoriale