Home » AESF rinnova la partnership con l’ABU

AESF rinnova la partnership con l’ABU

Firmato il MoU in Malaysia

di Valentina Fontana
AESF

2 min. di lettura

L’Asian Electronic Sports Federation (AESF) ha rinnovato il Memorandum of Understanding (MoU) con l’Asia-Pacific Broadcasting Union (ABU), consolidando così la collaborazione per lo sviluppo di iniziative di broadcasting e esports.

Il MoU è stato firmato presso l’IPPTAR Building Angkasapuri in Malaysia tra il Direttore Generale dell’AESF, Sebastian Lau, e il Segretario Generale dell’ABU, Ahmed Nadeem. La collaborazione tra le due istituzioni, che si protrae orami da cinque anni, si è concentrata sulla co-organizzazione di grandi eventi. Inoltre, l’AESF ha partecipato alla 65° ABU Sports Group Conference and Associated Meetings.

La rinnovata partnership strategica si estende alla co-creazione e promozione di contenuti correlati agli esports. AESF e ABU collaboreranno anche per programmi congiunti basati su iniziative di beneficenza o responsabilità sociale, in linea con il progetto ‘Your Home Your Arena’ dell’AESF. L’iniziativa mira a promuovere la solidarietà e il coinvolgimento della community negli esports.

L’ABU, fondata nel 1964 come associazione senza scopo di lucro, apolitica e non governativa di operatori dei media, ha un’influenza globale che raggiunge circa 70 paesi e regioni. Con sede a Hong Kong, l’Asian Electronic Sports Federation è l’organo ufficiale di governo degli esports in Asia, riconosciuto dal Consiglio Olimpico dell’Asia. L’organizzazione mira a migliorare la governance professionale degli esports e il loro sviluppo in Asia.

Ahmed Nadeem, Segretario Generale dell’ABU, ha così commentato il MoU con l’AESF: «All’ABU riconosciamo l’immensa potenzialità degli esports come potente piattaforma per promuovere il coinvolgimento della comunità e favorire il buon senso. […] Non vediamo l’ora di lavorare a stretto contatto con l’AESF per avanzare nei nostri obiettivi comuni e contribuire alla crescita e prosperità delle industrie delle trasmissioni e degli esports.»