Home » Mkers, ecco il nuovo team di R6

Mkers, ecco il nuovo team di R6

Personalità internazionali per raggiungere Riyad

di Davide E. Nappi
Mkers

2 min. di lettura

Dopo oltre sei mesi Mkers, società di Esports & Gaming leader in Italia, rompe il silenzio annunciando alla scena dell’esport competitivo internazionale il suo nuovo team di Rainbow Six.

L’attesa è terminata. Mkers, forte del suo prestigioso passato costellato di numerose vittorie  – tra cui il PG Nationals nel 2019, 2021 e 2022, R6S Italian Cup del 2022 e l’esclusiva partecipazione al Six Invitational nel 2021 – ha deciso di rinnovare il proprio impegno nei confronti degli appassionati di esports ed in particolare del titolo firmato Ubisoft.

La società Esports di Daniele De Rossi ed Alessandro Florenzi è pronta a riaffermare la propria presenza internazionale investendo in un roster appartenente ad uno dei più importanti circuiti al mondo, quello Nord Americano, che conta campionati con picchi di 500 mila spettatori, montepremi fino a 3 milioni di dollari e in cui da anni già competono team blasonati del calibro di TSM, Soniqs, M80 e DarkZero Esports.

Il nuovo roster sarà composto da 5 proplayers, tutti tra i 18 e i 23 anni, di cui quattro Nordamericani con esperienza in Pro League, Jesse “Gity” Auger, Jaidan “packer” Franz, Wesley “Woos” Beeson, Landon “Beeno” Ashbee, ed un giovanissimo talento di Santo Domingo, Aurelian “Kobe” Mencia.

Si riparte dalla fase due del qualifier per il BLAST R6 Major Manchester 2024 che si terrà l’11 e il 12 aprile con un chiaro obiettivo: scalare le vette del circuito tier2 e conquistare la Pro League North America entro la fine del prossimo anno.

Ma Mkers non ha mai fatto segreto dei propri obiettivi ambiziosi: il target è il palcoscenico mondiale di Riyad, sul quale andrà in scena la prima edizione dell’Esports World Cup prevista nell’estate 2024.

Ad accompagnare Mkers in questo percorso sarà per il terzo anno consecutivo Randstad Italia, sponsor ufficiale di maglia del team, un legame che consolida il rapporto tra esports ed innovazione.

Paolo Cisaria, COO di Mkers, ha commentato:
«Dopo sei anni di investimenti e dedizione, Mkers merita anche per il suo settore competitivo un contesto di livello. Abbiamo accettato una nuova sfida, cercando di stimolare l’industria Esports italiana a ridurre un gap sempre più ampio rispetto al resto del mondo. Quello su R6 è il primo di una serie di annunci che seguiranno nelle prossime settimane, in perfetta continuità con la crescita che l’azienda sta vivendo»

 

Leggi anche il nostro articolo Mkers, gran colpo di mercato: arriva Surgical Goblin