Home » Progetto Upside: gaming e nuove tecnologie

Progetto Upside: gaming e nuove tecnologie

L’impatto delle nuove tecnologie nel gaming e nella creazione di nuove professionalità

di Davide E. Nappi
Progetto Upside

2 min. di lettura

All’Italian Gaming Expo, presso il Palazzo dei Congressi, a Roma, è stato presentato il Progetto Upside, iniziativa al centro del panel dedicato a “L’impatto delle nuove tecnologie nel gaming e nella creazione di nuove professionalità”.

Moderati da Massimo Caputi, giornalista sportivo e direttore di questo giornale, il panel è stato composto da quattro relatori di spicco: Thomas De Gasperi, presidente di Mkers spa; Michele Ruta, Professore ordinario in “Sistemi di elaborazione delle informazioni” e delegato del Rettore per la transizione digitale presso il Politecnico di Bari; Marco Napoli, Head of Randstad Technologies di Randstad; e l’avv. Giuseppe Pesce, Co Managing Partner di LEADING GLOBAL CONSULTING – Tax & Legal.

Gli speaker hanno condiviso le loro preziose visioni sull’impatto delle nuove tecnologie in relazione ai diversi settori di appartenenza. Thomas De Gasperi ha iniziato con un’analisi dello scenario esports e gaming in Italia, sottolineando l’importanza dell’innovazione per Mkers attraverso iniziative all’avanguardia come il Progetto Upside.

Il Progetto Upside, al centro del panel, è un’iniziativa realizzata con il contributo del Ministero delle Imprese e del Made in Italy, che fonde il gaming con le nuove tecnologie. Una due giorni di evento che mira ad anticipare il futuro del gaming abbracciando le nuove tecnologie emergenti come il 5G, l’Intelligenza Artificiale e la Cybersecurity.

Il Prof. Michele Ruta ha proseguito con un’analisi sull’influenza dell’Intelligenza Artificiale nel mondo del gaming e nello sviluppo videoludico, concentrandosi sulle attività di analisi e ricerca universitaria del Progetto Upside, essendo il Politecnico di Bari partner del progetto.

Marco Napoli ha, poi, esplorato lo scenario dell’ICT italiano portando la vision Randstad ed evidenziando le professionalità più richieste in relazione alle nuove tecnologie emergenti con un focus sulle nuove opportunità in ambito gaming. L’Avv. Giuseppe Pesce ha, invece, affrontato l’aspetto legale e giuslavoristico delle nuove professioni nel settore esports e gaming, concludendo anche con una panoramica sul modo in cui l’industria calcistica e le sue infrastrutture stiano integrando le tecnologie emergenti e il gaming.

 

La riflessione conclusiva del panel si è concentrata sullo stato della tecnologia italiana rispetto al resto del mondo, evidenziando un gap nell’implementazione ma allo stesso tempo la propensione all’esplorazione di nuovi scenari tecnologici.

Gli speaker hanno condiviso la speranza per un uso etico delle nuove tecnologie: l’Intelligenza Artificiale può avere un impatto positivo su molteplici settori lavorativi, tramite una prospettiva di positività e coraggio.

Thomas De Gasperi, presidente di Mkers S.p.A., sottolinea:
«Il panel è stato ricco di contenuti di grande valore, con un focus particolare sull’innovazione e sulle nuove tecnologie. Questi elementi rappresentano una componente fondamentale della nostra visione strategica, condivisa con i nostri partner, e sono in grado di influenzare positivamente diversi settori.»

Leggi anche il nostro articolo Il futuro del gaming: Italian Gaming Expo & Conference